Un compleanno centenario a Villa Santa Caterina

Una festa da regina  a Villa Santa Caterina per i 100 anni della signora Parente Rosa . I compleanni  vanno  festeggiati! Riprendendo le parole di uno scrittore olandese Henri Nouwen :… “Penso sia più importante festeggiare un compleanno che il successo di un esame, una promozione o una vittoria. Festeggiare un compleanno significa infatti dire a qualcuno: Grazie perché sei tu.”

Tutta la struttura nella giornata di oggi ha vissuto un particolare fermento per la festa di un’anziana così longeva come la nostra Rosina. Tanti auguri, fragorosi applausi e grande commozione hanno  accompagnato i festeggiamenti nel nostro ristorante. Non esiste compleanno senza la presenza e il calore di una grande famiglia. Sono accorsi in molti, parenti e amici da Trani, per  festeggiare questo compleanno importante. Un’intera stanza poi è stata dedicata ai festeggiamenti con festoni colorati , dolci e l’immancabile torta “centenaria”  per far vivere a tutti una vera e propria festa di compleanno.

Numerose sono state le foto con la nostra Rosina, che  emozionata, accoglieva tutti i suoi parenti e staff della clinica con entusiasmo e forza. A  celebrare l’importante compleanno l’Assessore ai Servizi Sociali di Bisceglie, Vincenzo Valente, che ha ringraziato l’intera struttura per il lavoro  svolto all’interno di Villa Santa Caterina e ha poi consegnato una targa celebrativa alla “centenaria” Rosina insieme a un caloroso augurio a lei e tutta la sua famiglia.

La direttrice della struttura,  Alessandra Di Terlizzi, commossa, ha fatto un augurio particolare alla signora Rosa:  “Un traguardo speciale come questo non poteva non essere festeggiato. Bisogna tenere presente che una delle paure più grandi per un anziano è quella di non essere amato e  che nessuno nel suo periodo più delicato possa fargli compagnia. Questo non è il caso di “Rosina” che è amorevolmente assistita da tutto il personale della nostra residenza. Tutti coloro che collaborano presso la nostra struttura sono consapevoli di quanto sia doveroso “accogliere”  gli anziani e “accompagnarli” nel loro cammino quotidiano, con gioia dolcezza e tanto amore.  Dobbiamo ricordarci più spesso che sono i sentimenti coltivati con parsimonia che ci fanno vivere più serenamente e soprattutto più a lungo”.

Auguri  Rosa, con la speranza di ritrovarci ancora insieme il prossimo  anno e ripetere i festeggiamenti.